Crostate Dolci di Pasqua Grano Salvatore De Riso

Pastiera napoletana di Sal De Riso

14 aprile 2017, maryva, 2 Comments
DSC_1197

La Pastiera napoletana  è una torta composta da una base esterna di frolla croccante fatta con la farina, uova, strutto ( oggi sostituito con il burro) con un interno  morbido composto da una crema a base  di ricotta di pecora, uova, zucchero, canditi, scorza d’arancia, cannella e chicchi di grano, inseriti solo dopo averli fatti ammorbidire per alcuni giorni in acqua tiepida e cotti con il latte, oggi per praticità si trova in commercio il grano precotto. Viene preparata alcuni giorni prima di Pasqua, di solito il Giovedì Santo e conservata fuori frigo, La storia della pastiera ha qualcosa di speciale, dobbiamo fare un salto indietro fino all’epoca romana o forse addirittura greca. Quando, secondo la leggenda, la sirena Partenope aveva scelto come dimora il Golfo di Napoli, da dove si spandeva la sua voce melodiosa e dolcissima. Per ringraziarla si celebrava un misterioso culto, durante il quale la popolazione portava alla sirena sette doni: la farina, simbolo di ricchezza; la ricotta, simbolo di abbondanza; le uova, che richiamano la fertilità; il grano cotto nel latte, a simboleggiare la fusione di regno animale e vegetale; i fiori d’arancio (o di altri agrumi, visto che la diffusione delle arance in quell’epoca era molto limitato in Europa: fatto, tra l’altro, che suscita non pochi dubbi sulla reale fondatezza storica della leggenda…), profumo della terra campana; le spezie, omaggio di tutti i popoli; e lo zucchero, per celebrare la dolcezza del canto della sirena. Partenope gradì i doni, ma li mescolò creando questo dolce unico.

Cosa vi occorre per uno stampo da 28cm :

Per la frolla:

350 g di farina 00

125 g di fecola di patate

200 g di zucchero a velo

300 g di burro

5 tuorli

1 bacca di vaniglia

1 buccia di limone grattugiata

un pizzico di sale

Per il ripieno:

400 g di ricotta di pecora

350 g di zucchero a velo

350 g di grano precotto

200 g di latte

200 g di crema pasticcera

3 uova

1 tuorlo

1/2 bacca di vaniglia

qb di acqua fior d’arancio

qb di cannella in polvere

qb di arancia candita

1/2 buccia di limone

Prepariamo in largo anticipo la frolla per la base della Pastiera, anche un paio di giorni prima e conservata in frigorifero nella pellicola.

Versiamo nella planetaria (ma possiamo anche impastare a mano ) la farina, la fecola, lo zucchero a velo, i semi della vaniglia, la buccia del limone grattugiata, il burro tagliato a tocchetti e iniziamo a mescolare fino ad ottenere un composto sabbioso.

Uniamo i tuorli e impastiamo fino ad ottenere un composto omogeneo, ribaltiamo la massa su un piano di lavoro infarinato e lavoriamo l’impasto fino ad ottenere una massa omogenea e setosa, copriamo con la pellicola e mettiamo la frolla in frigo.

Prepariamo il grano per il ripieno: versiamo il latte in una casseruola, uniamo la buccia del limone, il grano cotto e portiamo a bollore, uniamo la cannella e l’acqua fior d’arancio e cuociamo a fuoco lento per una decina di minuti mescolando di tanto in tanto. Facciamo raffreddare completamente, nell’attesa foderiamo lo stampo, precedentemente imburrato, con la frolla e bucherelliamo bene il fondo e il bordo. In una ciotola capiente mescoliamo la ricotta e lo zucchero a velo con la frusta manuale fino ad ottenere una crema, uniamo le uova e il tuorlo, mescoliamo bene, uniamo la crema pasticcera, i semi della vaniglia, i canditi, mescoliamo e se necessita (in base al gusto personale ) aggiungiamo ancora della cannella e l’acqua fior d’arancia.

Versiamo la crema sul fondo  e decoriamo la superficie con delle strisce di frolla. Inforniamo a 170°per circa un ora e mezza.

La superficie deve essere ben dorata, sforniamo e lasciamo riposare per almeno due giorni prima di essere gustata.

DSC_1206

DSC_1209

DSC_1204

Non ci sono dubbi sul fatto che il sapore del cibo e il piacere di mangiare possano migliorare l’umore e il benessere, non credevo alle mie papille gustative dopo aver assaggiato un pezzetto di questa Pastiera. Serena Pasqua a tutti !

 

Valuta questa Ricetta
Ricetta
pastiera napoletana
del
Tempo di preparazione
Tempo di cottura
Tempo totale
Valutazioni
no rating Based on 0 Review(s)

Commenta

commenti

Potrebbe interessarti anche...

Cassata al forno

CASSATA AL FORNO

3 marzo 2015
12045581_1129876930359228_6673934593142882073_o

Torta Mocaccina di Ernst Knam “gioia degli occhi e acquolina in bocca”

18 settembre 2015
11147052_1117994758214112_5270666875615297595_o

Crostata con confettura di fichi, frangipane alle mandorle e amaretti

2 settembre 2015

2 Commenti

  • Rispondi Tra zucchero e vaniglia 15 aprile 2017 at 18:25

    Adoro Sal De Riso. Ho provato parecchie sue ricette con risultati sempre strepitosi.
    La Pastiera mi manca e a dire il vero non ho mai provato a farla… magari la settimana prossima, chissà!
    Dove trovi l’acqua di fiori d’arancio? Io non l’ho mai vista qui in giro.
    Ti rinnovo i complimenti per il blog e per le foto sempre bellissime.
    Vanessa

    • Rispondi maryva 8 maggio 2017 at 11:42

      Scusami tanto, non ho visto il commento. l’acqua di fiori d’arancio qui da me la trovi tranquillamente al supermercato. Anch’io faccio spesso le ricette di Sal De Riso e se non hai ancora provato la sua pastiera, ti consiglio di farlo al più presto. Grazie, un abbraccio.

    Lascia un Commento